L E S I O N I      D E  L L A     S P A L L A          Indice

 

 

La spalla è formata dalla scapola, osso piatto del dorso, che si articola con l’omero, unico osso del braccio attraverso una cavità e con la clavicola. Data la vicinanza con importanti strutture vascolari e nervose, le lesioni di per se non gravi possono complicarsi. Perciò è importante controllare sempre:
 
La presenza del battito arterioso al polso. 
La mobilizzazione senza eccessivo dolore, del gomito, delle dita o del polso. 
Il mantenimento della sensibilità dell’arto superiore pizzicandone la cute.


Le lesioni della spalla sono le più frequenti tra quelle dell’arto superiore e si distinguono in:
 
Fratture della scapola con dolore posteriore e tumefazione.
 
Frattura dell’omero  con dolore intenso, accorciamento dell’arto, mobilità non naturale, tumefazione.
 
Frattura della clavicola con dolore, mobilità non naturale, deformità della regione.
 
Lussazione scapolo-omerale deformità della regione, impotenza funzionale, dolore.

 

 

COSA FARE:
 
Se l’arto è vicino al tronco:
Immobilizzare ancorando il braccio, il gomito e l’avambraccio (flesso a 90 gradi) al tronco con fasce o più semplicemente rigirando la parte inferiore della giacca dello sciatore e fissandola con due spille da balia.
 
Se l’arto è discosto dal tronco:
Interporre sotto l’ascella una coperta, uno zaino o una giacca, il cui spessore mantiene fissa la posizione dell’art Immobilizzare tutto l’arto al tronco, rendendolo solidale con il supporto ascellare.
 

 

COSA NON FARE :
 
In caso di lussazione non tentare mai di far rientrare la spalla.
 
Tentare la riduzione della lussazione solo se effettuata da personale specializzato
.
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 






Indice